function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Rossella Migliaccio, consulente di immagine e docente
"Il mio concetto di moda
vuole essere inclusivo"
ROSELINA SALEMI


A quante è capitato di sentirsi inadeguate davanti alle pubblicità o frustrate da una moda che valorizza solo un certo tipo fisico? Sembra che il mondo ruoti intorno a un modello irraggiungibile. In Forme, Rossella Migliaccio spiega che "nessuna è sbagliata".
Basta con l’inseguimento della taglia "giusta"?
"Non è una questione di taglie: si può avere una forma piuttosto che un’altra a prescindere dalle misure. Conoscere la propria forma (sono 6, in tutto) aiuta a sentirsi meglio, a valorizzarsi".
Facciamo un esempio: come capire se le spalle sono larghe o strette?
"Prendete la misura del viso dall’attaccatura dei capelli alla base del mento senza considerare la curva del naso, confrontatela (sarà di 17-20 centimetri) con quella delle singole spalle, dal collo, sotto la nuca, all’osso più esterno della spalla. La lunghezza del viso dovrebbe coincidere con quella della spalla destra e sinistra. Se le spalle sono più lunghe del viso, dobbiamo considerarle larghe, altrimenti sono strette".
Un consiglio per vestirsi?
"Le maniche larghe e lunghe tendono ad allargare la figura. Per alcune, dalle linee più sottili, può essere una scelta strategica, per altre potrebbe rivelarsi controproducente se l’obiettivo fosse slanciare. Le maniche si scelgono seguendo le regole delle proporzioni in scala con polso e mano. Tradotto: grande con grande e piccolo con piccolo. Trucco: la manica "a tre quarti "slancia tutta la figura perché otticamente alza il baricentro e scopre il polso. Vale anche per le maniche arrotolate di un maglioncino, camicia o giacca, che infatti si vedono spesso in passerella".
Perché studiare tutte queste regole?
"Non perché ci sentiamo difettose, ma per essere la migliore versione di noi stesse. Dopo la diversity è ora della variety, un concetto realmente inclusivo. A diamante, a otto, a clessidra, a triangolo, a rettangolo: non c’è una forma migliore dell’altra".
20.02.2021


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00