Michel O’Malley, psicologo e docente alla Columbia
"Basta asprezze
l'empatia conta di più"
ROSELINA SALEMI


Il modello manageriale maschile, intriso di machismo, è entrato in crisi (Metoo e non solo). La leadership è meno verticale, il successo non è più il risultato di una sola intuizione, ma del lavoro di squadra. La gentilezza può essere "conveniente"? Per Michel O’Malley, psicologo sociale, management consultant e docente alla Columbia University, sì. "La nuova cultura della condivisione e della partecipazione richiede che le asprezze vengano messe da parte. Con le prove di forza non si va lontano ".
Eppure nella ricerca di un manager nessuno scrive "gentilezza" tra le caratteristiche richieste. E nessuno la mette nel curriculum.
"No. Tradotto in un linguaggio specializzato potremmo dire ‘cerchiamo una persona che abbia caratteristiche fortemente integrative’. C’è bisogno di empatia. Un tempo era semplice, c’era una catena di comando, partiva un ordine e a un certo punto della gerarchia c’era l’esecutore. Oggi è tutto più fluido, l’aspetto sociale è determinante, le diversità hanno valore. Non si fa business senza tenerne conto".
Che cosa significa gentilezza nei rapporti di lavoro?
"Mandare un’e-mail a un collaboratore che ha ottenuto un buon risultato, dirgli grazie. Chiedere scusa a un collega se in un momento difficile ha prevalso l’arroganza, che alla lunga produce isolamento, perdita di opportunità e di buone idee. È difficile ottenere il massimo se non si ascoltano anche le opinioni degli altri".  
Siamo vicini a una rivoluzione?
"E già cominciata. Con le donne. Hanno un tipo di assertività diversa, sono più per il confronto che per il conflitto. Hanno un’attenzione naturale a piccoli gesti che creano armonia e motivazione ".
E se uno vuole restare "vecchio stile"?
"Non potrà. Il processo può essere lento, ma una cosa è certa, è inarrestabile".
16.12.2018


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, luglio 2019
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2019
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2019
20.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2019
05.08.2019
Comunicazione Ustat: Pericoli naturali Ticino
30.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2019
29.07.2019
Avviso di prudenza del 29.07.2019 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2019 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
14.07.2019
Traversa di Cavanna/Bedretto - coordinate 682/152 - Predazione 3 pecore
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Gli affari con la Cina
garanzia per l'Australia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Le pubblicazioni
di Rezzonico
Editore

Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Bandiere
dell’India
in fiamme
nel Kashmir

Il fuoco
dell’Amazzonia
incendia
le piazze

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00