Maria Venturi
Immagini articolo
"La fedeltà in amore
è sopravvalutata"
ROSELINA SALEMI


Tutti i matrimoni sono d’interesse. Le donne romantiche hanno come interesse primario i sentimenti, quelle che aspirano all’agiatezza i soldi". "La passione cieca è come la criminalità: segue regole proprie, ignora ogni limite ed è molto difficile da estirpare. "A volte converrebbe recitare la parte dell’oca giuliva, ma ci riescono soltanto le donne con un’intelligenza superiore". Maria Venturi regina delle storie d’amore, straordinaria esploratrice della psicologia femminile, sceneggiatrice di leggendarie soap come "Incantesimo" è vulcanica e divertente.
Ha scritto "Cuore matto - I mantra di una relazione felice" (Solferino), ma dovrebbe tenere dei corsi perché è un misto di saggezza antica e modernità, ha idee tutt’altro che tradizionali e una vita tutt’altro che tradizionale: "Quando ho conosciuto il mio attuale marito ero separata, praticamente ragazza madre di due gemelle, il matrimonio era finito prima che nascessero e abbiamo fatto di tutto per disamorarci. Ci siamo lasciati e presi. Abbiamo vissuto in case separate. Siamo stati insieme trentacinque anni prima delle nozze (ci siamo sposati nel 2005) e io mi annoio moltissimo alle cerimonie di nozze. Sulle questioni sentimentali potrei fare la chiromante, capisco subito se due funzionano insieme oppure no. Certo, gli amori sono diventati troppo facili. Sono caduti i tabù sociali e non c’è più un amore impossibile che hai pagato a caro prezzo, perciò te lo tieni. Abbiamo il fast love, usa e getta. Si cambia perché ti stufi di stare con una sola persona. Ed è un male, perché bisogna rispettarsi".
E la fedeltà? "È contraria alla natura umana - spiega -. È difficilissima. Noi donne la consideravamo un valore assoluto finché non abbiamo cominciato a tradire. Le tentazioni si sono moltiplicate e il sesso è bellissimo. Se stavi a Col d’Uccello in Val Dov’è non avevi certo grandi possibilità. Oggi passi ore con i colleghi, fai lunghe riunioni, si creano complicità. Non tradisci perché tieni a ciò che hai costruito e vuoi evitare la catastrofe. L’altro è come un braccio, una gamba. Se mio marito dovesse lasciarmi, o dovessi lasciarlo io, soffrirei più di quaranta anni fa. Ma la fedeltà in assoluto è sopravvalutata. Va trattata con elasticità, rispetto e un po’ di leggerezza. Un tradimento occasionale non è la violenza più terribile che si può sperimentare dentro un matrimonio". Si fa ma non si dice, in sostanza. "Tacere è meglio. La coppia non è una discarica dove, in nome della sincerità, butti dentro di tutto. Devi fare la raccolta differenziata". E in un rapporto conta molto la compatibilità. "L’uomo ideale è quello compatibile con i tuoi difetti. Sono disordinatissima, se vivessi con uno super ordinato impazzirei. Ho bisogno del mio spazio, dei miei ritmi".
La casa di Maria Venturi è affollata… i personaggi dei suoi romanzi vivono accanto a lei. "Certe volte mi prendono la mano, si ribellano alla storia che ho costruito per loro, li ascolto e la cambio. Da dove comincio? Dal titolo". Da quando, a 21 anni, mandò un inizio di romanzo a Italo Calvino, alla Einaudi, per chiedere un’opinione ("ho un futuro come scrittrice? Vado avanti? Lui le rispose di sì ), ne ha pubblicati molti (l’ultimo è "Tanto cielo per niente") macinando lavoro come un panzer, anche 20 ore al giorno. Ha passato buona parte della sua vita nei giornali, ha diretto il settimanale Anna (sì, è stata lei a trasformare, con un taglio drastico il vecchio Annabella) e ancora adesso tiene una spiritosa rubrica di posta su Oggi. Riuscendo a conciliare lavoro e famiglia. "È complicato: bisogna sempre sacrificare qualcosa. Le mie figlie ancora adesso non mi perdonano di averle trascurate. Se lavori molto, è difficile essere un buon genitore. Ai miei tempi si diceva che ciò che conta non è la quantità, ma la qualità. Non sono d’accordo. Trovo che nel fare i genitori la quantità del tempo sia la qualità. Dovresti stare tutto il giorno con i figli per avere il tempo di rimediare anche soltanto a un rimprovero fatto male. Io mi sono persa tante cose delle mie figlie, lo so. Adesso vivo il mio essere nonna come una riparazione".
30.06.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Tassi negativi e liquidità
affondano le pensioni
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Australia
impotente
davanti
agli incendi

Iraq:
sanzioni Usa
contro
la repressione

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00