function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Come cambia la quotidianità con i consumi compulsivi
Immagini articolo
In un mondo sospeso
a divorare serie tv
MARINA CAPPA


Nell’epoca della loro riproducibilità tecnologica le opere d’arte coltivano due strade: moltiplicarsi per superare ogni nozione di limitatezza, per non incorrere mai nella parola "fine", oppure farsi uniche, evento irriproducibile. Da una parte la serialità, l’acquisto compulsivo di oggetti, di shot serali, di puntate televisive. Dall’altra, migliaia di persone - non necessariamente appassionati - che corrono a vedere un quadro esposto in un One Painting Show, oppure pagano (più cari rispetto a quelli della normale programmazione) biglietti per vedere film in programmazione solo due-tre giorni, spesso biografie di artisti o pellicole musicali.
Se, come scrive il filosofo Slavoj Žižek, "c’è per definizione qualcosa di miracoloso in un evento", questo contribuisce anche a creare un "atteggiamento estatico - osserva lo storico dell’arte Federico Giannini - di fronte a ciò che si è venuti a vedere, magari a chilometri di distanza da casa, sopportando lunghe file di attesa". Ma l’estasi, condizione che ti trasporta fuori dai tuoi sensi in una sorta di mondo sospeso, non è poi così distante da ciò che si prova con il binge watching, quando una puntata dopo l’altra si divora in una giornata una intera serie tv e si vive una sorta di sospensione lunga del tempo reale. Il binge, baldoria inizialmente connessa a disturbi alimentari come la bulimia, poi si estende - grazie appunto alla tecnologia - ad altri campi, in primis quello degli acquisti, come dimostra il boom di Amazon durante le feste di Natale (nel 2019 l’azienda spiega di aver venduto online nel mondo 3,5 miliardi di pacchetti).
Osserviamo allora vite sempre più polarizzate fra l’"uno" e il "centomila" (in mezzo ai quali però Pirandello collocava il "nessuno"), fra il bisogno di uno stimolo continuo e la necessità rassicurante del già noto. Quello che, in fin dei conti, è lo statuto delle relazioni sentimentali, perennemente in bilico fra l’amore che ti spacca il cuore all’improvviso e il partner che ti sta a fianco tutta una vita. Una storia vecchia, già dai tempi della passione di Paride ed Elena contrapposta all’amore coniugale di Ettore e Andromaca. Ma all’epoca di Omero la cantavano gli aedi, adesso la misurano e la vendono gli algoritmi.
16.02.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra
esce
dal lockdown

Alluvione
nel sud
del Giappone

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00