Fogli in libertà
Immagini articolo
Carola la tedesca
e il capitano Achab
RENATO MARTINONI


Mentre a Lampedusa la capitana della Sea Watch sbarcava sul molo c’è stato chi l’ha applaudita e chi l’ha contestata duramente. La democrazia, si sa, vuole pareri diversi. Certo l’immagine della ragazza coi rasta è sembrata ben diversa da quella che ognuno si sarebbe immaginato. Altro che il capitano Achab, l’eroe coraggioso di "Moby Dick"! La Carola della Sea Watch è parsa l’esatto contrario del marinaio di Melville che si sacrifica nella lotta contro la temibile balena bianca. Cambiano i tempi, si rammolliscono i caratteri. E poi il Mediterraneo non è l’Oceano, con le sue onde alte come campanili. E i naufraghi non sono il Leviatano: il mostro che fa ribollire di schiuma le profondità marine.
Dunque c’è chi ha inneggiato alla moderna e timida Achab. E chi l’ha insultata. Qualcuno ha gridato forte: "Prima gli italiani!". È un mantra che ha nel "Prima i nostri" l’archetipo degli archetipi. È comprensibile che la gente pensi prima a sè stessa. Chi dice il contrario, pur se è generoso, forse non confessa tutto ciò che sta nel suo profondo. Siamo diversi dagli animali solo perché il nostro cervello si è sviluppato più in fretta. Ma gli istinti rimangono e di tanto in tanto riescono a rompere i cardini dell’autocontrollo e della morale. Chissà che coloro che hanno strillato: "Prima gli italiani!" non siano persone emigrate, un tempo, nell’Europa del nord! Cosa avrà pensato, quella stessa gente, quando in Germania, fuori dai cantieri, qualcuno gli ha urlato: "Prima i tedeschi!". Toccherà presto ai Libici sbraitare: "Prima la Libia!". Poi agli abitanti del Sahara gridare al vento del deserto: "Prima i Sahariani!". Per ogni sud che spinge c’è sempre un nord che insorge. Altri italiani presenti allo sbarco hanno augurato alla capitana di essere stuprata, non una, ma quattro volte di seguito. Da loro stessi, magari. O dai naufraghi della nave. Non importa da chi. A contare è il valore simbolico della violenza sessuale (femministe della domenica: se ci siete, battete un colpo!), (Chiesa cattolica: se sei viva, fai sentire la tua voce! I pulpiti sono stati costruiti per questo!). E allora viene da pensare che di fronte a tanta violenza machista occorrerebbe fare quello che hanno fatto i Romani. Costruire arene. Riempire gli spalti. Far combattere, sulla sabbia, i gladiatori: finché uno taglia la testa o gli attributi all’altro. Liberare i leoni, perché possano sbranare in santa pace, fra le urla e il tripudio, chi la pensa diversamente. Chissà che, passando per Lampedusa, questi spettatori, dopo essersi sfogati allo stadio, non possano fermarsi a contestare la capitana con i rasta. Ma in modo civile. Non come si faceva nelle arene. Duemila anni fa e oltre. Chissà.
07.07.2019


LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00