function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Lorenzo Pianezzi spiega come sarà la Pasqua "low cost"
"Tariffe basse negli hotel
perché non c'è domanda"
ANDREA STERN


Non è difficile spiegare come mai per la Pasqua si trovino delle offerte quasi incredibili. "I prezzi sono così bassi - osserva Lorenzo Pianezzi, presidente di Hotelleriesuisse Ticino - semplicemente perché non ci sono ancora prenotazioni per quel periodo. I prezzi degli alberghi sono gestiti da un sistema elettronico che si regola in base alla domanda. Più la domanda aumenta, più van su anche i prezzi".
E a quel punto c’è chi mugugna. "La scorsa estate - ricorda Pianezzi - era sorta una piccola polemica poiché i prezzi degli alberghi ticinesi erano cresciuti. Era una conseguenza della forte domanda. Attualmente invece i prezzi sono bassi perché la domanda è quasi inesistente".
Pianezzi spiega che in questo inizio di 2021 gli alberghi sono deserti. "Il tasso di occupazione delle camere oscilla tra il 2 e il 5 per cento - afferma -. Si lavora fortemente in perdita. Alcuni hanno preferito chiudere, nonostante non sia stata decretato nessun obbligo. Si cerca di sopravvivere, confidando in una ripartenza per marzo e poi in un ritorno a pieno regime per Pasqua".
Le premesse non sono delle migliori. "Chiaramente - prosegue Pianezzi - il fatto che non ci siano prenotazioni è un brutto segnale. C’è tanta incertezza. I turisti non sanno se potranno partire per Pasqua, tantomeno noi albergatori sappiamo cosa aspettarci. L’unica cosa che possiamo fare è cercare di farci trovare pronti".
Una situazione della quale i turisti più previdenti potrebbero trarre profitto. "Gli alberghi sono aperti - osserva Pianezzi - e pare di capire che lo saranno anche a Pasqua". Chi dunque prenota sin d’ora può scegliere le stanze migliori ai prezzi migliori. "Senza dimenticare - aggiunge Pianezzi - che se si chiama direttamente in albergo invece di passare dai motori di ricerca si può beneficiare di tariffe ancora leggermente più basse. Poiché non c’è da pagare alcuna commissione".
20.02.2021


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00