function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Le case editrici ticinesi  nel 2021 non si fermano, anzi
Immagini articolo
Tra romanzi e saggi
sarà un anno ricco di libri
ANDREA BERTAGNI


Nel 2021 le case editrici ticinesi sforneranno molte novità. Romanzi, saggi, volumi fotografici, ristampe, resoconti storici, biografie, esordi. Un menu completo. Anche quest’anno. Per tutti i gusti e i palati. Da Bellinzona a Mendrisio, da Lugano a Locarno, gli editori stanno preparando nuove uscite e pubblicazioni in linea con gli anni scorsi. Nessuno al momento ha in previsione di trattare la pandemia, come successo nel 2020. Tra le novità si segnalano le nuove "fatiche letterarie" di autori già conosciuti, come Andrea Fazioli, Yari Bernasconi, Gerry Mottis e Luca Brunoni. Ma anche esordi narrativi, come quello del giornalista Jonas Marti e della fotografa Chiara Zocchetti.


Armando Dadò Editore
Da Voltaire all’abate D’Alberti

Le lettere di Voltaire scritte dalla Svizzera dal celebre scrittore francese, la storia di Locarno, il ruolo dell’abate Vincenzo D’Alberti di Olivone nella storia del Canton Ticino e tanto altro. Il 2021 per la casa editrice Armando Dadò editore si preanncia carico di novità letterarie di peso. "Le uscite previste sono tante  precisa Armando Dadò - e farne un elenco parziale è riduttivo, però ci sono alcuni volumi che meritano senz’altro di essere citati". Tra questi "il volume che inquadra il periodo che Voltaire visse in Svizzera, ma anche l’importante pubblicazione che ripercorre finalmente la storia di Locarno scritta da Rodolfo Huber, così come il libro che racconta dell’abate D’alberti, la cui importanza, è pari a quella di Stefano Franscini".


Fontana Edizioni
Due esordi e una ristampa

"Abbiamo un paio di libri di cui però non posso dire nulla, altrimenti faccio un favore alle altre case editrici". Raoul Fontana della Fontana edizioni non si sbilancia su quelle che definisce "due grandi sorprese". Però anticipa comunque che nel 2021 ristamperà "In cammino sulla via Alta Idra" e farà esordire il giornalista Jonas Marti con un libro-guida alla scoperta di una "Lugano insolita e curiosa". Un’altra ristampa riguarderà "Armoriale ticinese" di Alfredo Lienhard-Riva pubblicato nel lontano 1945 che contiene "tutti gli stemmi delle famiglie ticinesi", precisa l’editore.
Un debutto sarà anche quello della fotografa Chiara Zocchetti sui luoghi abbandonati in Svizzera e nel mondo.


Gabriele Capelli Editore
Il ritorno di Mottis e Brunoni

Gabriele Capelli editore prevede di uscire in aprile con il libro scritto a quattro mani da Yari Bernasconi e Andrea Fazioli, "A Zurigo, sulla luna - Dodici mesi in Paradeplatz". Un mese dopo ecco pronto il ritorno dello scrittore Luca Brunoni con "Indelebile", un romanzo ambientato a Lugano nel 2007. Toccherà poi a Petros Michalopoulos con "Errore dell’arte" raccontare momenti di vita di un medico tra amici, amori e professione."Settembre - spiega Capelli - coinciderà invece con il seguito di "Terra bruciata" Gerry Mottis che con "Domenica Matta", ci parlerà di una storia di una strega e del suo boia". Dopo il romanzo storico sarà la volta di Pedro Lenz con "Primitivo", traduzione in italiano del terzo romanzo dell’autore svizzero.


Salvioni Edizioni
Biotopi, montagne e narrativa

"A breve usciremo con il libro "Alla scoperta della biodiversità", un volume che presenta itinerari nelle zone protette e nei biotopi del Ticino". Massimo Gabuzzi della Salvioni edizioni anticipa così il programma della casa editrice di Bellinzona. Che sul tema della montagna avrà anche un libro sui percorsi alpini in valle Calanca. Spazio poi anche alla narrativa con l’autore Roberto Genazzini il cui titolo è "Code del mondo" e con l’autrice Elda Pianezzi, il cui titolo non è ancora definito, ma sarà un racconto ambientato sulle sponde del lago di Zurigo. "Nel corso di quest’anno - riprende Gabuzzi - è pure previsto un libro che illustrerà le particolarità storiche, naturalistiche e culturali del comune di Bellinzona".


Casagrande Editore
Un ricettario e tanti racconti

A breve uscirà l’attesissimo terzo volume di Meret Bissegger "La mia cucina di primavera ed estate. Verdure, erbe selvatiche, fiori commestibili". Fabio Casagrande delle omonime edizioni, annuncia così la prima delle due uscite, imminenti, attese nel 2021 per la casa editrice di Bellinzona. "A illustrare il libro sono le bellissime fotografie a colori di Hans-Peter Siffert". Il libro di Bissegger conterrà "tante idee per ottime ricette e utili suggerimenti per la conservazione dei prodotti: dalle verdure più note alle radici e alle erbe meno conosciute fino ai fiori commestibili".
Prevista anche la traduzione per opera di Maurizia Balmelli della raccolta di racconti di Noëlle Revaz, "Ermellino bianco e altri racconti".
23.01.2021


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00