function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Inquieta soprattutto la variante scoperta nel Regno Unito
Più letale e dilagante
l'"inglese" è una minaccia
ANTONINO MICHIENZI, DIVULGATORE SCIENTIFICO


Non solo più contagiosa. La variante inglese probabilmente è anche più pericolosa e causa un’infezione più severe con conseguente maggior rischio di ricovero e morte. La notizia arriva dal periodico monitoraggio realizzato dal team di scienziati nominato dal governo del Regno Unito, ormai diventato un laboratorio a cielo aperto per comprendere le caratteristiche della variante  B.1.1.7 che sta prendendo piede in Europa.
Gli ultimi dati pubblicati il 15 febbraio dal Centro Europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) mostrano che la variante inglese è ormai responsabile del 27 per cento dei casi in Danimarca, del 13 in Francia, del 5,6 in Germania, del 75 per cento in Irlanda, del 17,8 per cento in Italia, di più del 30 per cento in Olanda, dell’11 per cento in Svezia, del 9 per cento in Portogallo e fino al 53 per cento in alcune regioni della Spagna. In Svizzera, il numero di nuovi casi di virus B.1.1.7 aumenta al ritmo di un centinaio al giorno. Con questi trend, in poche settimane la nuova variante potrebbe diventare quella dominante.
Per questo, anche se su scala globale la situazione sembra migliorare con un dimezzamento dei casi settimanali rispetto all’inizio dell’anno, l’Ecdc invita alla cautela e considera la situazione in tutta Europa a rischio alto o molto alto. È vero, infatti, che i vaccini progressivamente mitigheranno gli effetti delle nuove varianti virali e che l’arrivo della bella stagione potrà dare un contributo alla riduzione della trasmissione del virus, ma la caratteristica di maggiore contagiosità della nuova variante e la stanchezza della popolazione nei confronti delle misure di contrasto alla pandemia (la cosiddetta "pandemic fatigue") potrebbero rappresentare un mix esplosivo. Occorre ancora pazientare: la traversata non è ancora finita.
a.m.
20.02.2021


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00