La sfida all'Aperol del vallesano Hugo Pozzo di Borgo
Immagini articolo
'Con il mio Vermouth
lo Spritz è più svizzero'
ANDREA BERTAGNI


Hugo Pozzo di Borgo sorride quando parla della sua più grande sfida: sostituire l’Aperol, ingrediente principale per la preparazione dello Spritz, con il suo liquore artigianale. Che ha chiamato Aperitivo. Sorride soddisfatto. Ha solo 31 anni e da tre si è lanciato sul mercato svizzero con la sua azienda, che ha chiamato Alata, in onore del suo villaggio di origine in Corsica. Hugo è corso e vallesano d’adozione. "Sono arrivato in Svizzera nel 2000 - spiega al Caffè - e non me ne sono più andato". Hugo ama i vini. Non a caso è viticoltore. Anche se non ha né una vigna, né una cantina.
Alata è anche il nome del suo Vermouth. Che ha creato chiudendosi nel suo laboratorio. Dove ha mescolato, mischiato e infine trovato la ricetta giusta. "A oggi - dice - sono l’unico produttore in Svizzera di Vermouth". Già, ma come si produce questo liquore? "Alla base c’è il vino bianco - spiega -, io adopero quello vallesano, gli altri ingredienti sono acqua, zucchero ed erbe e radici aromatiche". Venti quelle utilizzate per creare il suo Aperitivo, il concorrente svizzero dell’Aperol. "Adoro il vino, ma la sua produzione, secondo il mio punto di vista, segue regole troppo rigide, mentre con il Vermouth posso essere più creativo,  fantasioso, anche perché le combinazioni di gusti e profumi sono infinite".
Hugo è giovane, ma sa il fatto suo. Tutte le erbe e le radici sono biologiche e svizzere. E la produzione è artigianale. Niente a che vedere insomma con i procedimenti industriali dell’Aperol che si è deciso a sfidare, almeno in Svizzera. "Sono stati i miei stessi clienti a chiedermi di provare qualcosa di nuovo - ricorda -, a domandarmi di trovare una formula nuova per la preparazione dello Spritz".
Sfondare con il celebre cocktail veneto non sarà facile, ma Hugo non perde il sorriso. Anche perché la sua partita l’ha già vinta. "Sono riuscito a trasformare la mia passione in una professione, mi sono messo in proprio da tre anni. Partire da zero non è stato facile, ma piano piano il mio nome comincia a essere sempre più conosciuto anche grazie ai media". Sì, perché Hugo ha catturato l’attenzione di giornali e tv di tutta la Svizzera. A contagiare non è solo il suo entusiasmo. Ma anche la sua voglia di fare. Che rimane inalterata nonostante l’indubbio successo. Insomma, non s’è montato la testa. Alla mondanità Hugo preferisce il laboratorio in cui si fa aiutare da una collaboratrice a metà tempo e un consulente esterno. "È il mio ambiente ideale - afferma - rimango sempre affascinato dalle possibilità di giocare con i sapori e gli aromi così da creare nuove ricette in funzione delle stagioni e del mio umore". È nel suo atelier che Hugo prova le piante a una a una. Ne valuta il gusto, il colore, il profumo. Non un lavoro da poco, visto che tra radici e erbe ne ha una collezione di 160 diverse. Un lavoro più da alchimista che da imprenditore. Ma Hugo è fatto così. Segue la sua passione. Non importa se deve faticare.
A insegnargli il mestiere è stato Christophe Abbet, noto come lo stregone dei vini dolci del Vallese. Ma anche il produttore Jean-René Germanier ha avuto un ruolo nella sua formazione. Al termine della quale ha avuto subito le idee chiare. "Ho voluto creare la mia azienda, perché non amo lavorare come dipendente - ammette Hugo -. In più, in questo modo posso essere più creativo, sperimentare strade nuove, mantenendo inalterata la mia passione".
Oggi le cinque varianti di Vermouth Alata, dal rosé al rosso, dal bianco all’Aperitivo, sono vendute in tutta la Svizzera, nei grandi magazzini vallesani e naturalmente su Internet. "In Ticino  è possibile degustarli al bar Pinard di Molino Nuovo - sottolinea Hugo - ma i punti vendita sono in continuo aumento". D’altronde, come si dice, un bicchiere tira l’altro.
abertagni@caffe.ch
29.09.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Tassi negativi e liquidità
affondano le pensioni
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Australia
impotente
davanti
agli incendi

Iraq:
sanzioni Usa
contro
la repressione

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00